Pm10: a Torino e in 11 comuni della cintura scatta il blocco del traffico per i diesel euro 5 e benzina euro 1

Come da protocollo, allo scattare dei dieci giorni consecutivi di superamento dei limiti di Pm10 a Torino e cintura è scattato il “semaforo rosso”: a partire da domani anche le automobili Euro 5 diesel (immatricolate prima del 1 gennaio 2013) ed Euro 1 benzina dovranno restare ferme a causa del peggioramento della qualità dell’aria, almeno fino alla nuova lettura di giovedì 10 gennaio.

E così Euro 5 diesel (immatricolati prima del 01/01/2013) ed Euro 1 benzina si aggiungono alle limitazioni già in vigore fino ad oggi: mezzi a benzina, diesel, gpl e metano, ciclomotori e motocicli con classe emissiva euro0 non possono circolare tutti i giorni nelle 24 ore. Dalle 8 alle 19 non possono circolare i diesel euro 1,2, 3 e 4; orario diverso, a parità di omologazioni, per i veicoli per il trasporto merci: 8,30-14 e 16-19.

Oltre a Torino, i comuni interessati dal blocco di livello rosso sono:

Beinasco
Borgaro Torinese
Collegno
Grugliasco
Moncalieri
Nichelino
Orbassano
Rivoli
San Mauro Torinese
Settimo Torinese
Venaria

Qualità dell’aria: scatta il semaforo rosso, da domani fermi anche i diesel Euro 5 – comunicato stampa della Città metropolitana di Torino:

Blocchi del traffico: scatta da domani il semaforo rosso, che corrisponde al livello 2 dei provvedimenti di emergenza. Da domani, martedì 8 gennaio, e fino a giovedì 10, Torino e gli 11 Comuni della cintura (Beinasco, Borgaro Torinese, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria Reale) fermeranno anche i diesel Euro 5 immatricolati prima del 1° gennaio 2013 e i veicoli a benzina Euro 1. Per quanto riguarda gli orari del blocco: dalle 8 alle 19 per i mezzi adibiti al trasporto persone; dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19 per i mezzi del trasporto merci.
Negli stessi giorni (dall’8 al 10 gennaio) saranno attive le limitazioni del semaforo arancione (diesel fino a Euro 4, con gli stessi orari indicati sopra) nei Comuni di Alpignano, Caselle Torinese, Chivasso, Druento, Ivrea, Lienì, Mappano, Pianezza, Volpiano, Carmagnola, Chieri, Cambiano, Candiolo, Carignano, La Loggia, Rivalta di Torino, Santena, Trofarello e Vinovo.
Il prossimo aggiornamento sarà pubblicato giovedì 10 gennaio alle 13.

Aggiornamento

I veicoli diesel euro 5b sono compresi nel blocco, come si evince da una nota del comune di Torino:

“Si informa che i veicoli EURO 5B sono compresi nei blocchi della circolazione previsti per gli EURO 5 in quanto, seppur siano più recenti ed abbiano emissioni lievemente diverse dagli EURO 5A, non sono comunque equiparabili agli EURO 6 come si può osservare nel dettaglio seguente:
EURO 5b:
– CO 500 mg/km
– NOx 180 mg/km
– HC+NOx 230 mg/km
– PM 5/4,5 km

EURO 6:
– CO 500 mg/km
– NOx 80 mg/km
– HC+NOx 170 mg/km
– PM 5/4,5 km

Invero, seppure trattandosi del medesimo Regolamento (715/2007*692/2008), i parametri di omologazione dell’Euro 6, sono più restrittivi per quel che concerne l’NOx e gli HC.
Potrebbe essere che un veicolo euro 5b risponda anche all’euro 6, in quanto rispetta i parametri sopra descritti; ma per far risultare ciò ufficialmente, occorre un collaudo presso l’Ufficio della Motorizzazione Civile, previo nulla osta del costruttore con aggiornamento della carta di circolazione.”



In questo articolo: