In forte discesa le vendite Fca in Italia nel mese di gennaio -21,64% rispetto allo scorso anno

Il 2019 si è aperto in busca frenata per il mercato auto italiano dell’automobile. secondo i dati pubblicati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a gennaio 2019 il mercato italiano dell’auto ha totalizzato 164.864 immatricolazioni, con un calo del 7,5% rispetto allo stesso mese del 2018.

Ancora peggio va a Fca che segna una flessione ancor più consistente con un calo del 21,64% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, riducendo la propria quota di mercato dal 28,46 al 24,12% (-4,34%).

Leggermente diversa la situazione per FCA negli Usa. Con 136.082 veicoli venduti nel mese di gennaio, Fca ha segnato un incremento su base annua del 2% nel mercato statunitense Grazie a Ram e Jeep Wrangler. Opposta la situazione  per i marchi Chrysler, Fiat e Alfa Romeo con un calo rispettivamente del 14%, del 39% e del 30%.

A gennaio 2019, risultano in crescita le immatricolazioni di autovetture a benzina, GPL, ibride ed elettriche, mentre risultano in calo quelle diesel e a metano. Per la prima volta da settembre 2003, le autovetture diesel, in calo del 31% e con una quota del 41% del totale immatricolato, perdono la leadership di mercato a favore delle auto a benzina, che rappresentano il 45% del mercato e registrano nel mese un aumento del 28%.

Le autovetture ibride vedono crescere il proprio mercato del 19% a gennaio. La quota di mercato delle auto ibride, nel mese, è del 5,2%, contro il 4% registrato a gennaio dello scorso anno.

Si tratta anche di un campanello d’allarme generalizzato: tradizionalmente il mercato delle quattro ruote rappresenta un termometro della fiducia dei consumatori e rappresenta la conferma che l’Italia sta entrando in una nuova fase di recessione.



In questo articolo: