Oggi partono le domande per il reddito di cittadinanza, la prima tranche finisce il 31 marzo

Da oggi si può presentare la richiesta alle poste e nei Caf del reddito di cittadinanza. Per usufruire della card da maggio si può fare richiesta fino al 31 marzo, ma il timore è che ci sarà affollamento nel primo giorno. Infatti girano voci false sulla possibilità di esaurimento dei fondi e quindi le domande sarebbero valutate in ordine di arrivo. Tutte le domande presentate dal 6 al 31 marzo saranno valutate entro il 26 di aprile e già da maggio saranno distribuiti, su appuntamento dalle poste le prime card.

Il requisito fondamentale è il valore dell’Isee e i Caf registrano un 25% di aumento delle dichiarazioni rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Per la domanda ci vogliono dai 15 ai 30 minuti quindi sono immaginabili le code che si creeranno, anche con tutti gli sportelli e operatori disponibili al lavoro.

Il secondo step sarà nei centri per l’impiego, ma è ancora un’incognita perché non si sa quanti fondi saranno destinati a questa seconda fase. “Si parte con la parte economico assistenziale ma quella delle politiche attive ha bisogno degli strumenti per poter camminare e poter essere davvero qualcosa che affronta le tematiche lavorative delle persone, altrimenti parliamo di fuffa” dichiara Gianna Pentenero, assessore all’Istruzione, Lavoro e Formazione Professionale della Regione Piemonte, che ricorda che “uscire da una dinamica assistenziale ed entrare in una dinamica lavorativa è un processo per il quale noi siamo pronti se partono le misure che ci permettono di potenziare i centri per l’impiego.”

Foto di Mattes