Cossano Belbo: denunciata allevatrice per esercizio abusivo della professione medico-veterinaria

Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Nizza Monferrato (AT), dopo oltre un anno di intensa attività investigativa svolta in collaborazione con la Stazione Carabinieri Forestali di Cortemilia, hanno denunciato a piede libero un’allevatrice di Cossano Belbo per esercizio abusivo della professione medico-veterinaria.

Tutto è partito, in base a quanto riferiscono le forze dell’ordine, da irregolarità formali riscontrate su libretti identificativi di cani di tipo beagle di proprietà di persone astigiane. Le indagini, che hanno comportato l’acquisizione di documenti e di informazioni testimoniali su un totale di 25 cani, non solo nella provincia di Asti ma anche nella provincia di Cuneo ed in altre Regioni (Liguria, Veneto, Lombardia, Toscana), hanno permesso di risalire ad un allevamento di cani di Cossano Belbo.

I militari hanno esaminato una grande mole di documentazione, riscontrando che dal 2011 al 2018 la titolare avrebbe più volte prescritto e somministrato farmaci veterinari agli animali allevati nonché a quelli venduti a terzi in assenza di qualsiasi titolo professionale.



In questo articolo: