Violenza sessuale su una ragazza di 13 anni, ai domiciliari caporalmaggiore degli alpini

Graziano Battista, 30 anni, caporalmaggiore già in servizio al II Reggimento Alpini della caserma Vian di Cuneo è agli arresti domiciliari in Puglia. Battista era stato arrestato dalla Squadra mobile a dicembre per violenza sessuale aggravata nei confronti di una tredicenne, oltre che per l’accusa di diffusione di materiale pedo-pornografico su Internet.

L’uomo è rimasto in carcere quattro mesi a Biella (dove c’è una sezione speciale riservata a questo tipo di reati) ed ora la sua richiesta di trasferimento ai domiciliari è stata accolta.

Il caso era venuto fuori ad ottobre 2018, quando un utente anonimo aveva chiesto alla ragazzina, ancora oggi minorenne, di mandargli foto nuda minacciando altrimenti di diffondere le precedenti in suo possesso. Un amico aveva denunciato la cosa l’indagine della polizia era risalita al militare. I fatti risalgono al 2015, quando lui aveva 27 anni e lei 13. I due si erano conosiuti tramite amici comuni, erano arrivate le richieste di foto, le minacce e poi i rapporti sessuali, continuati fino al 2017.



In questo articolo: