La Juventus pareggia 1-1 con l’Atalanta nell’ultima partita in casa: inizia la festa tricolore

Poco importa il risultato di 1-1 tra Juventus e Atalanta oggi, nell’ultima partita in casa dei bianconeri, perché è stata una celebrazione dall’inizio alla fine all’Allianz Stadium: la presenza di Buffon e Ramsey, il saluto ad Allegri e a Barzagli, la cui maglia verrà esposta al Juventus Museum, la premiazione della Juventus Women per la vittoria del campionato femminile 2018-2019 nell’intervallo, e i festeggiamenti finali per il tricolore.

Per l’Atalanta, invece, è un match fondamentale, in quanto è in lotta per la qualificazione alla prossima Champions e deve rispondere alla vittoria del Milan sul Frosinone.

Nel primo tempo l’Atalanta si fa vedere al 28′ con un’occasione mancata di Zapata che tira in porta, ma la palla esce di un soffio. Passano 5 minuti e arriva al 33′ il gol per la squadra bergamasca: angolo di Gomez, Masiello la manda al primo palo e Ilicic non deve far altro che appoggiare in rete. Il primo tempo termina con il parziale di 0-1.

Nel secondo tempo l’Atalanta gioca bene in difesa, ma Allegri azzecca il cambio. Esce Barzagli acclamato dai tifosi juventini, entra Mandzukic, decisivo per il gol del 1-1 all’80’. Cuadrado manda in area e sembra che la palla debba finire a fondo campo, ma Mandzukic la recupera e con il destro da posizione quasi impossibile la fa passare tra le gambe del portiere. Rocchi decide per due minuti di recupero, in cui Bernardeschi si fa espellere con un rosso diretto per un intervento falloso su Barrow.

Nonostante il pareggio, l’Atalanta approfitta della sconfitta dell’Inter con il Napoli e si piazza terza in classifica a un turno dalla fine.

Foto di Paolo Pavan

 

 

 



In questo articolo: