Truffa alle parrocchie, bottino di 400 mila euro: arrestate 12 persone

I carabinieri del comando provinciale di Torino hanno arrestato 12 persone, parte di una banda con base in Piemonte, che ha truffato almeno 86 tra parrocchie, istituti religiosi e case di riposo in tutta Italia. Il copione era sempre lo stesso: chiamavano al telefono i responsabili degli enti spacciandosi una volta per dipendenti regionali, un’altra per quelli comunali e altre ancora per direttori di istituti di credito e dicendo che l’ente aveva ottenuto un finanziamento, ma che la cifra era più alta di quella dovuta, quindi per mandare avanti la pratica era necessario effettuare una restituzione della differenza. Minacciavano inoltre che se non avessero restituito i soldi in più il contribuito sarebbe stato ritirato. Le cifre richieste erano da due mila a oltre 16 mila euro assicurando alla banda un bottino di 400 mila euro. Le somme venivano accreditate su Postepay intestate agli stessi indagati o su carte di credito prepagate e conti correnti di prestanomi. Gli enti si accorgevano di essere stati truffati solo diverso tempo dopo, quando non hanno visto arrivare neanche un euro dei finanziamenti promessi. I militari di Torino, comandati dal colonnello Francesco Rizzo, hanno eseguito i 12 ordini di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Torino.



In questo articolo: