Torino, riduzioni dal 50% al 100% di Tari, Cimp e Cosap per le attività danneggiate dai cantieri

La delibera della Giunta Comunale di Torino di questa mattina, martedì 11 giugno, su proposta dell’assessore al Bilancio e ai Tributi, Sergio Rolando, permette ad artigiani, ambulanti e commercianti delle zone di Torino interessate da cantieri della durata superiore a 6 mesi di continuare a ottenere una riduzione che varia dal 50% al 100% su Tari, Cimp e Cosap.

“Confermando per il 2019 le agevolazioni in aree dove sono tutt’ora in corso lavori per la realizzazione di opere pubbliche e che pagano i disagi legati alla presenza dei cantieri e alle modifiche viarie della zona, l’Amministrazione comunale – sottolinea Sergio Rolando – ha deliberato una misura di riduzione del carico fiscale con l’obiettivo di contribuire a sostenere quella parte importante del tessuto economico locale costituita dalle piccole imprese artigianali e dalle attività che operano nell’ambito del commercio fisso e di quello ambulante”.

Per quanto riguarda la prosecuzione dei lavori della linea 1 della Metropolitana, si distinguono tre diverse aree di agevolazione in ragione della vicinanza agli scavi del cantiere e/o alla presenza continua di attività di cantiere davanti agli esercizi commerciali:

– Via Nizza nel tratto compreso fra via Garessio e via Sommariva inclusa, comprese le vie traverse al primo incrocio e via Spotorno, nel tratto compreso fra via Garessio e via Millefonti. L’agevolazione prevista è pari al 100% tutto l’anno.

– Via Nizza nel tratto compreso fra via Sommariva (esclusa) fino a corso Maroncelli e corso Maroncelli fino al primo incrocio (lato numeri pari). Per entrambe le aree l’agevolazione è fissata nella misura del 50% per tutto l’anno.

– Area di piazza Bengasi, l’agevolazione sarà riconosciuta tutto l’anno nella misura del 100% a favore del commercio fisso e delle attività artigianali in via Nizza dal civico 395 al civico 404 e in corso Maroncelli dal civico 23 al civico 47 (lato dispari); in piazza Bengasi (tutta); via Onorato Vigliani dal civico 214 al 224; via Corrado Corradini dal civico 1 al civico 6. Per il commercio ambulante delocalizzato nella sede provvisoria di via Onorato Vigliani l’agevolazione è fissata nella misura del 60%, per tutto l’anno.

Il nuovo collegamento ferroviario Torino/Ceres, che coinvolge l’area di corso Grosseto prevede un’agevolazione del 100% per un anno nel tratto di corso Grosseto “Est” corrispondente al quadrilatero compreso fra le vie Sospello, Ala di Stura e civici interni del corso medesimo.

Si prevedono anche un’agevolazione del 70% per tutto l’anno a favore del commercio fisso e delle attività artigianali e nella misura del 80% a favore del commercio ambulante nel tratto di corso Grosseto “Ovest” per corso Grosseto (fino al raccordo autostradale), via Vaninetti, strada del Carossio, via Saorgio, via Reycend, via Brusnengo, via Strona, via Cardinal Massaia, via Lulli, via San Pancrazio, via Vische, via Caluso, via Stampini, via Venaria, via Stradella, via Banchette, via Badini Confalonieri, via Refrancore, corso Lombardia, via Lucento, corso Potenza, via Orbetello, via Terni, via Borgaro, via De Marchi, via Fea, via Della Cella, via Chiesa della Salute, via Gandino, via Grosso, via Ala di Stura, via Casteldelfino, via Campiglia, via Roccavione, via Bibiana.

Infine, i lavori per la realizzazione della nuova pista ciclabile di via Nizza prevedono l’agevolazione del 50% per la durata di 6 mesi, a favore del commercio fisso, delle attività artigianali e del commercio ambulante, nel tratto di via Nizza da corso Marconi/largo Marconi (incluso) a Piazza Carducci (esclusa) comprese le vie traverse al primo incrocio.