Jack Savoretti al Flowers Festival per l’unica data estiva

Il 5 luglio sul palco del Flowers Festival di Collegno approda l’attesissimo Jack Savoretti per la sua unica data estiva italiana del Singing To Strangers Tour. Tra il pubblico non solo torinesi ma gente da varie parti d’Italia e c’è anche qualche inglese.

Ad aprire la serata e riscaldare l’atmosfera arriva Alessandro Bossi, conosciuto con il nome d’arte Kiol, artista torinese che ha già aperto i concerti di Natalie Imbruglia in Inghilterra.

© Sara Arrabito

I posti a sedere sono tutti occupati, Jack Savoretti sale sul palco, si avvicina al microfono con le mani in tasca ed inizia a cantare Candlelight, un pezzo dall’atmosfera anni ’60. Ad un certo punto il pubblico non resiste più seduto e va sotto al palco per cantare con il musicista anglo-americano. Passa anche al piano e alla chitarra acustica con Better Off Without Me, a dir poco commovente.

© Sara Arrabito

Qualcuno chiede dov’è la sciarpa del Genoa, sua città d’origine, ma Jack fa notare che stavolta ha addirittura la bandiera sul pianoforte. Poi, a fine serata, scusandosi, spiega anche il motivo del nome del tour, Singing to Strangers: è la frase che sua figlia ha detto ad un’amica quando le ha chiesto che lavoro fa il suo papà, dato che è sempre in giro per il mondo… e lei ha detto: “non so, canta agli sconosciuti”. Da qui il nome del tour.

© Sara Arrabito

Gli eventi al Flowers Festival proseguono con tante date imperdibili tra cui Yann Tiersenn, The Zen Circus e il grande Ezio Bosso.

Report e foto: Sara Arrabito



In questo articolo: