Pomeriggio di proteste degli stagionali a Saluzzo

Un lungo pomeriggio di proteste per i lavoratori stagionali di Saluzzo quello di lunedì 15 luglio. Circa 150 persone sono partite dal viale del Foro Boario ed hanno sfilato fino in centro, bloccando più volte la circolazione, per chiedere una sistemazione adatta, visto che molti di loro sono accampati fuori dal centro di accoglienza. Giunti davanti al municipio hanno poi chiesto un incontro con il sindaco. Le forze dell’ordine hanno chiesto di scegliere tre rappresentati per l’incontro, che però poi non c’è stato.

Le proteste sono diventate più dure e qualcuno ha cercato di sfondare un portone del municipio. Poi una nuova sfilata, con alcuni danni sul percorso, fino ad arrivare al Foro Boario, dove c’è stata la improvvisa e probabilmente temporanea soluzione. Forze dell’Ordine, Questura e Prefettura, di concerto con il sindaco Calderoni, hanno aperto i cancelli del Foro Boario e i portoni del Pala CRS. Circa 300 lavoratori stagionali si sono riversati all’interno delle strutture con materassi e effetti personali.

Da parte delle autorità la promessa che nella giornata di oggi verranno allestite tende per l’accoglienza.

Aperto temporaneamente il Pala Crs del Foro Boario, stagionali corrono al riparo

Aperto temporaneamente il Pala Crs del Foro Boario su disposizione del sindaco. Gli stagionali corrono a cercare riparo. IL VIDEOTUTTI GLI AGGIORNAMENTI QUI—> https://bit.ly/2GeUfdG

Posted by Targatocn.it on Monday, July 15, 2019

(Immagine tratta dal video di TargatoCn)



In questo articolo: