A Ferragosto un funambolo camminerà sul cielo del Santuario di Castelmagno

Un grande ritorno quello del funambolo Andrea Loreni, che giovedì 15 agosto alle 16 si esibisce in una camminata nel cielo per Mirabilia, il festival di circo e arti performative che fino al 30 agosto richiama in Piemonte turisti, appassionati e professionisti.

Il Santuario di Castelmagno è lo spettacolare scenario della traversata del funambolo dei record, accompagnato dalle travolgenti sonorità dei Lou Dalfin.

Andrea camminerà su una corda Dyneema, agganciata a due sollevatori a braccio telescopico della ditta Merlo, per una traversata lunga 70 metri.

Una performance imperdibile a 1800 m di quota, resa ancora più suggestiva dalla musica che da sempre racconta queste terre: sarà infatti Sergio Berardo, con la sua ghironda, ad accompagnare i passi nel cielo di Andrea Loreni.

Il Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival XIII edizione, come recita il titolo scelto per il 2019 One Land One Festival, è un evento giocato sul movimento nel territorio, che quest’anno coinvolge non solo la provincia di Cuneo ma si spinge anche verso Torino e Alessandria. La programmazione prevede da giugno a fine agosto un gioco di alternanza tra le città, con alcuni momenti di spettacolo in contemporanea. Considerato tra le eccellenze italiane ed europee per la varietà di programmazione che tocca circo contemporaneo, teatro, danza e arti performative, il Festival porta in Piemonte anteprime nazionali, prime europee e nazionali delle più significative compagnie internazionali.

Andrea Loreni

Nato nel 1975 a Torino, laureato in filosofia teoretica con Giuseppe Riconda all’università di Torino. Nel 1997 inizia a fare teatro di strada. Dal 2006 si dedica alle camminate su cavo a grandi altezze. L’intuizione dell’assoluto avuta camminando a grandi altezze lo avvicina alla pratica della meditazione Zen, che approfondisce sotto la guida di Shodo Harada Roshi al tempio Sogen-ji a Okayama, in Giappone.

Nel 2011 Andrea ha stabilito il record italiano nei cieli di Pennabilli, in Romagna, percorrendo 250 metri a 90 di altezza tra i colli di Penna e Billi; mentre a Rocca Sbarua, in provincia di Torino, ha passeggiato a 160 metri da terra.

Speaker per: Università di Milano-Bicocca, TeD x Lecce sul Coraggio; TeD x Bocconi sulle Percezioni, TedxSant’Anna School di Pisa; Eni Petroli sul Rischio; Festival Le parole della montagna sulla Vertigine; Pending Culture, Le murate PAC, Firenze, sulla Sospensione. Ospite di diverse trasmissioni televisive, tra cui Vertigo gli abissi dell’anima e Super Quark Speciale Equilibrio, protagonista del video musicale di Niccolò Fabi per la canzone Solo un uomo. Funambolo su cavo infuocato nella scena finale del film di Matteo Garrone, il Racconto dei Racconti.

Andrea ha camminato sopra l’acqua o immerso nel verde delle montagne, per il cinema e la televisione, in piano e in pendenza, in silenzio o accompagnato da suoni che hanno vibrato insieme alla corda. Ha percorso chilometri su un cavo teso nei cieli di numerose città italiane, tra cui Torino, Bologna, Roma, Venezia, Firenze, Genova, Brescia, Trieste, e all’estero camminando nei cieli della Svizzera, della Serbia, in Israele e sopra il lago del tempio Sogen-ji in Giappone.



In questo articolo: