Truffa ad anziano, derubato di 80mila euro per finto incidente

L’episodio risale a venerdì 9 agosto quando l’uomo, 79enne, riceve una chiamata sul telefono fisso. Dall’altra parte, una donna spaventata, finge di essere la figlia e dice di aver avuto un incidente. E’ questo lo schema della truffa che sfrutta l’amore del padre per la propria figlia.

Poi passa la parola a un uomo, sedicente notaio, che spiega la situazione e dice cosa bisogna fare per “risolvere il problema” ovvero pagare una cauzione, dopo essersi fatto dire più o meno l’ammontare dei risparmi tenuti in casa dalla vittima. Si mettono d’accordo per l’incontro, in zona Vanchiglietta e allora l’anziano prende tutti i risparmi di una vita e va all’appuntamento dove trova una donna alla quale consegna tutto. Circa 80mila euro.

Tornando a casa l’uomo si è accorto del raggiro e ha chiamato la polizia, ma oramai era tardi. Continuano le indagini degli agenti delle volanti del commissariato Dora Vanchiglia e della Squadra Mobile per cercare di rintracciare i truffatori.



In questo articolo: