A Torino sta crescendo l’uso delle biciclette: lo dimostrano i primi dati della rete di sensori in città

A Torino stanno crescendo gli spostamenti in bicicletta giornalieri con punte di passaggi ogni giorno di oltre 3 mila e 600 ciclisti in corso Francia, 3 mila e 200 in corso Castelfidardo e 2 mila e 800 in via Bertola.
A rilevarlo una rete di sensori installata in cinque punti della città che permette al Comune di monitorare in modo continuo la mobilità ciclistica per pianificare politiche e interventi che rispondano alle effettive esigenze dei torinesi.
I rilevatori funzionano attraverso spire metalliche inserite sotto il fondo stradale in grado di definire il numero di biciclette transitate, la direzione e la velocità.
Secondo l’assessora alla Mobilità Maria Lapietra: “I dati di questi primi 3 mesi fanno emergere come, per esempio, su corso Castelfidardo circa il 13% degli spostamenti totali venga effettuato in bicicletta, confermando che la presenza di infrastrutture ciclabili incrementa la domanda di mobilità ciclistica. I dati raccolti permettono di avere una fotografia in continuo aggiornamento e la loro analisi di pianificare l’infrastruttura ciclistica sui bisogni delle migliaia di cittadini che ogni giorno scelgono la bicicletta come mezzo di trasporto”.



In questo articolo: