6, 7 e 8 novembre possibili disagi per i trasporti: indetto 48 ore di sciopero dei benzinai

Figisc / Anisa-Confcommercio e altre associazioni di categoria hanno indetto a partire dalle ore 6 di mercoledì 6 novembre una 48 di serrata dei gestori di impianti stradali di carburanti che aderiscono a queste associazioni. La protesta si rivolge al governo, che introdurrà l’anno prossimo la fatturazione elettronica con il registratore di cassa telematico, anche per piccoli esercenti. Oltre a questo le associazioni di categoria sottolineano come la rimodulazione dell’Indice Sintetico di Affidabilità fiscale (ISA) sia non raggiungibile dai gestori a cui sono stati introdotti anche i Das, documenti di trasporto in formato elettronico e altre procedure burocratiche che trasformano il gestore in un controllore della filiera, compito che non gli spetta.

Lo sciopero durerà fino alle 6 di venerdì 8 novembre e procurerà inevitabili disagi a tutti quelli che si metteranno al volante.



In questo articolo: