E’ dolosa l’esplosione che ha ucciso tre vigili del fuoco a Quargnento

Non ci sono più dubbi che sia di origine dolosa l’esplosione della cascina di Quargnento che questa notte ha causato la morte di tre vigili del fuoco e il ferimento di altri due collegi e di un carabiniere. Nella cascina erano presenti molte bombole di gas e durante gli scavi tra le macerie sono stati ritrovati degli inneschi e perfino un timer puntato sulle 1.30. Bisognerà ora capire i motivi di un gesto del genere. Se fosse indirizzato contro i soccorritori (lo fanno ipotizzare le due esplosioni a distanza di quasi due ore) o se l’obiettivo fosse solo di distruggere la cascina per motivi che spetterà agli inquirenti capire.

Tre vigili del fuoco morti nell'esplosione di una cascina a Quargnento

Le impressionanti immagini della cascina distrutta da un'esplosione a Quargnento in cui hanno perso la vita tre vigili del fuoco. Purtroppo si tratterebbe di un'esplosione di orgine dolosa. I dettagli e gli aggiornamenti su http://bit.ly/esplosione-quargnento

Posted by Quotidiano Piemontese on Tuesday, November 5, 2019

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Prefetto Salvatore Mulas, Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco il seguente messaggio: “Ho appreso con profonda tristezza la notizia del decesso, durante un intervento in provincia di Alessandria, dei Vigili del Fuoco Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo. In questa dolorosa circostanza desidero esprimere a lei e al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco la mia solidale vicinanza, rinnovando il profondo sentimento di fiducia e di riconoscenza per la generosa dedizione al servizio della collettività”.



In questo articolo: