Dal 7 novembre, un po’ a sorpresa, obbligatori i seggiolini antiabbandono in auto

Sono obbligatori da oggi, 7 novembre 2019, i dispositivi per prevenire l’abbandono di bambini nei veicoli chiusi per chiunque trasporti minori di 4 anni.

Il Ministero dell’Interno ha divulgato nella giornata del 6 novembre la Circolare escplicativa della Direzione Centrale delle Specialità per l’attuazione del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 2 ottobre 2019, n. 122, relativo al Regolamento di attuazione dell’articolo 172 del Nuovo Codice della Strada in materia di dispositivi antiabbandono di bambini di età inferiore a quattro anni (19G00130). Fino a ieri si dava per certo che l’obbligatorietà sarebbe scattata a marzo 2020.

Potete leggere qui il decreto integrale del MIT.

Riassumendo, il decreto dice che i dispositivi dovranno attivarsi automaticamente e dovranno essere dotati di un allarme in grado di avvisare il conducente della presenza del bambino nel veicolo attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo (potranno essere dotati anche di un sistema di comunicazione automatico per l’invio di messaggi o chiamate).

Da oggi chi trasporta un bambino di età inferiore a quattro anni con un seggiolino non munito di sistema antiabbandono (integrato nel seggiolino o separato) rischia per il nuovo articolo 172 del Codice della strada:

– 81 euro di multa;
– la decurtazione di cinque punti patente;
– la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi, se viene colto a commettere la stessa infrazione più di una volta nel giro di due anni.

Qui un interessante video che spiega come funziona il sistema antiabbandono



In questo articolo: