Ragazzo di 21 anni aveva in casa 145 bombe carta classificate come “micidiali”

La polizia di Torino ha arrestato due uomini di 21 e 46 anni trovati in possesso di bombe carta e artifizi pirotecnici classificati come “micidiali”, in grado di provocare gravi danne a persone e abitazioni.

A casa del più giovane, residente nei pressi di Ivrea, sono state trovate 145 bombe carta artigianali non etichettate e 40 artifizi pirotecnici professionali, 10 kg di nitrato di ammonio. Il materiale era custodito dentro un armadio al terzo piano dell’abitazione.

In carcere è finito anche un 46enne, che nella sua carrozzeria aveva nascosto due petardi, una bomba carte e, soprattutto, un Rambo 31-K classificato come “estremamente pericoloso”. Ordigni classificati come “micidiali”, capaci di generare oltre alla singola eplosione quella di tutti gli altri ordigni vicini, procurando una deflagrazione di massa.

Sequestrati botti "micidiali" a Torino

Sequestrati a casa di un ragazzo di #Ivrea 145 bombe carta e fuochi artificiali classificati come "micidiali". I dettagli su http://bit.ly/35V8UFm

Posted by Quotidiano Piemontese on Tuesday, December 3, 2019



In questo articolo: