Rubò in casa della compagna di classe della fidanzata: arrestato ventenne di Cuneo

La ragazza aveva detto in classe che sarebbe andata a sciare con la famiglia nel weekend. Proprio in quel weekend la casa fu svaligiata.

E’ arrivata oggi, 10 dicembre, la sentenza di condanna ad un anno di reclusione (convertito in due anni di libertà controllata) per D.M. ventenne di Cuneo.

Il ragazzo era il fidanzato di una compagna di classe della ragazza che ha subito il furto. La studentesse raccontò come “nei giorni in cui lei iniziò a frequentare la nostra classe ci fu rubato un cellulare”. A seguito di questo piccolo furto “Il carabiniere di quartiere ‘Filippo’ (Parlagreco)- continua la ragazza – invitò chi fosse stato a prendere il telefono a consegnarlo entro il sabato. Io dissi che non ci sarei stata perché andavo a sciare con la mia famiglia. Ma quando tornammo a casa trovammo tutto a soqquadro”.

La studentessa si rese poi conto di non avere più che chiavi dell’abitazione. Durante i rilievi infatti non vennero trovate tracce di effrazione e questo insospettì gli inquirenti.

Secondo il Pm incaricato, il ragazzo aveva ricevuto le chiavi dalla fidanzata così da compiere il furto con facilità. Si ipotizza inoltre che al furto abbiano partecipato anche altre persone non ancora identificate.

La refurtiva consisteva in un pc portatile, un tablet, la consolle Playstation, dei gioielli e un salvadanaio. Parte della merce è stata poi fatta ritrovare dall’autore del furto.



In questo articolo: