Acqui Terme aderisce alla campagna “No mozziconi a terra” di Striscia la Notizia

Acqui Terme ha deciso di aderire volontariamente alla campagna lanciata dal programma Striscia la Notizia dal titolo “No mozziconi a terra”, che sta coinvolgendo numerosi comuni italiani. Venerdì 13 dicembre il sindaco Lorenzo Lucchini ha incontrato la troupe di Striscia la Notizia, presente in città per realizzare un servizio sulla sensibilizzazione contro i fuochi d’artificio durante il periodo delle festività e un servizio sulla cattiva abitudine di gettare a terra le sigarette.

Sottoscrivendo un patto, l’Amministrazione comunale si è data come obiettivo quello di ridurre il numero dei mozziconi a terra, attraverso l’applicazione del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, modificato nel 2015, che all’articolo 40 tratta il tema dei “Rifiuti di prodotti da fumo e rifiuti di piccolissime dimensioni”. Inoltre, sarà impegnata nella comunicazione della normativa ai cittadini e alla rendicontazione dei risultati.

Nelle prossime settimane verranno installati nuovi posaceneri nel centro cittadino e nei prossimi mesi verrà distribuito materiale informativo e saranno attivati controlli specifici, insieme ad altre iniziative, che verranno comunicate dettagliatamente in futuro, per coinvolgere la cittadinanza nella sfida di una città più sostenibile.

«Gettare un mozzicone per terra – dichiara il sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini – è un gesto che sembra innocuo, ma questi rifiuti abbandonati nell’ambiente hanno gravissime ripercussioni sul suolo, sulla vegetazione e sulla fauna animale. Evitare di gettare i mozziconi a terra non è solo una questione di rispetto per la città e per il suo decoro, ma è un grande gesto per ridurre un gravissimo problema in termini di inquinamento ambientale».

«È una campagna – afferma l’assessore all’Ambiente Maurizio Giannetto – alla quale aderiamo con piacere, negli scorsi anni avevamo messo già all’attenzione pubblica la problematica dell’abbandono dei mozziconi. Questi rifiuti che vengono gettati a terra, buttati fuori dai finestrini delle auto e abbandonati sulle spiagge con leggerezza hanno effetti devastanti sul nostro ambiente. In Italia sono 13 milioni i fumatori e 72 miliardi i mozziconi prodotti: probabilmente inquinano più della plastica monouso. La lotta contro questo fenomeno è importante, proprio per questo stiamo pensando a una piccola azione per aumentare la dotazione in città dei posaceneri, garantendo un servizio migliore per la cittadinanza, perché non basta applicare una norma ma è necessario favorire un cambio di coscienza».