Ha un malore in Messico mentre fa volontariato, morto l’oculista benefattore di Ivrea.

Si chiamava Paolo Maria Pesando, 69 anni di Ivrea, il medico morto al Cto di Torino dove era stato trasportato dal Messico.

L’oculista si trovava in Messico per curare malattie oculari come volontario quando è stato colpito da un’ischemia cerebrale il 7 dicembre. Era rientrato in Italia sabato 21 dicembre e purtroppo si spento al Cto di Torino nella notte di Natale.

Considerato uno dei migliori medici italiani specializzati in chirurgia oculare, Paolo Pesando è stato nel corso degli anni responsabile dell’unità funzionale di oculistica della clinica Santa Rita di Vercelli e di chirurgia oculistica alla Clinica Pinna Pintor di Torino, oltre che professore di chirurgia refrattiva all’Università di Parma.

Pesando però aveva anche la grande passione del volontariato ed è questo che lo portava spesso fuori dall’Europa per curare i più deboli e poveri della società. Nel 1994 fu il primo medico bianco in Uganda dove si occupava fra le altre cose di cecità infantile. Il medico era anche un animatore della Fondazione Paolo Chiono, dedicata a suo zio morto di malaria in Africa mentre svolgeva volontariato nel 1953.

Commozione fra i pazienti e conoscenti del medico, molto noto a Ivrea e provincia. L’ultimo saluto a Paolo è previsto per domani, 28 dicembre, dapprima alle 15 al Cto e successivamente alle 16 al tempio crematorio di Mappano.



In questo articolo: