‘Ndrangheta a Torino, per il riesame l’imprenditore Burlò resta in carcere.

La decisione di fare restare in carcere Mario Burlò  arriva dal tribunale del riesame a seguito dell’inchiesta “Fenice” scattata il 20 dicembre.

Mario Burlò resterà in carcere. E’ questa la decisione presa dal tribunale del riesame che si è pronunciato anche sull’immobiliarista Ivan Corvino il quale ha visto respinto il suo ricorso e l’aggravamento del capo d’accusa a suo carico. L’accusa a Corvino passa infatti da concorso esterno a partecipazione a pieno titolo ad associazione mafiosa.

Intanto i legali di Burlò, Maurizio Basile e Domenico Peila, annunciano che contro la decisione ricorreranno in Cassazione.