Sistema Ferroviario Metropolitano: nel 2024 arrivano le prime fermate in città

Durante una riunione della II commissione Trasporti e Viabilità, i tecnici della Rete Ferroviaria Italiana hanno mostrato quali saranno le 3 nuove fermate del Sistema Ferroviario Metropolitano (SFM) a Torino.

Le fermate che interesseranno l’area metropolitana di Torino saranno 3. La nuova linea SFM5 partirà da Stura e da Porta Susa per raggiungere l’ospedale San Luigi di Orbassano dov’è prevista una nuova fermata di 400 posti auto di interscambio e bike box dove parcheggiare le biciclette in sicurezza. Altre due fermate nasceranno in Borgata Quaglia – le Gru (nei pressi del centro commerciale) e San Paolo (Incrocio Via Tirreno-Corso Siracusa).
In un secondo tempo la fermata San Paolo servirà anche la linea SFM3 che va da Torino alla Valle di Susa.

Secondo il cronoprogramma le tre fermate saranno realizzate e attivate entro la fine del 2024 insieme alla linea SFM5.

I tecnici di RFI hanno parlato anche della stazione Zappata, le cui strutture portanti sono già predisposte mentre mancano impiantistica, rivestimenti, strutture di collegamento agli accessi. La stazione, che si trova tra largo Orbassano e corso Turati, sarà in una posizione strategica per la mobilità ferroviaria torinese.
Il progetto avrà un costo massimo di 20 milioni di euro e sarà realizzato in 3 anni e 6 mesi a partire dall’arrivo dei finanziamenti.

La nuova fermata Dora risulta più complessa nella realizzazione e più onerosa nei costi. La fermata dovrebbe sorgere tra piazza Baldissera e il corso della Dora. Sull’asse transitano già (in gallerie separate), sia i treni ad alta velocità che i convogli del SFM. Dovendo passare sotto il letto del fiume Dora si era raggiunta la profondità di 18 metri. Anche in questo caso, come nella stazione Zappata, le strutture “al rustico” erano state completate nel 2009. I costi saranno fino ad un massimo di 30 milioni di euro con una durata di 3 anni e 6 mesi a partire dall’arrivo dei finanziamenti.



In questo articolo: