Nasce a Torino il Centro studi permanente sul libro animato

Un Centro studi, un convegno internazionale, una rivista online, un nuovo spazio espositivo e quattro esposizioni temporanee. Nel 2020 si arricchisce e sviluppa il “Progetto Pop-App” lanciato nel 2019 dalla Fondazione Tancredi di Barolo e da Sapienza Università di Roma non solo per evidenziare le potenzialità artistiche, creative ed educative dei libri animati, geniali origami cartacei che “saltano fuori” dalle pagine, ma anche per sottolinearne i legami con le tecnologie e le applicazioni digitali del giorno d’oggi.

“Il Centro studi permanente sul libro animato avrà sede a Torino, all’interno della Fondazione Tancredi Barolo, che nel bel Palazzo barocco di via Delle Orfane ospita già il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia (MUSLI) e conserva la più importante collezione di libri animati a disposizione del pubblico presente in Italia, con oltre mille esemplari tra Otto e Novecento” dice Pompeo Vagliani, presidente della Fondazione.

Questa nuova istituzione culturale sarà ufficialmente presentata nel corso del Convegno Internazionale “POP-APP. International Conference on description, conservation and use of movable books”, che la Fondazione Tancredi di Barolo e l’Università La Sapienza di Roma organizzano il 27 e 28 febbraio prossimi presso Palazzo Barolo.

La due giorni internazionale del prossimo febbraio vedrà presenti relatori italiani e stranieri del mondo accademico, fra cui le statunitensi Suzanne Karr-Schmidt, della Newberry Library di Chicago, e Jacqueline Reid-Walsh, della Pennsylvania State University, considerate tra i massimi esperti mondiali per quanto riguarda rispettivamente il libro animato antico e quello moderno. Parteciperanno anche specialisti del settore del restauro librario, rappresentanti di istituzioni come Iccu (Istituto Centrale per il Catalogo Unico), Icrcpal (Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico Librario) e Centro Restauro “La Venaria Reale”, pop-up designer e artisti contemporanei. I lavori saranno introdotti da Gianfranco Crupi, dell’Università La Sapienza, e da Pompeo Vagliani, della Fondazione Tancredi di Barolo.

“E’ la prima conferenza internazionale su questo tema realizzata in Italia – spiega Pompeo Vagliani – si parlerà di antico, moderno e contemporaneo del libro animato e dell’apertura verso le nuove frontiere dell’interattività multimediale. Vi saranno focus su descrizione, catalogazione, restauro e valorizzazione di questi beni. I relatori saranno 30, di cui 7 stranieri”.

Il nuovo Centro Studi Permanente sul Libro Animato avrà anch’esso come oggetto di studio sia i libri animati di interesse storico che la multimedialità e il libro d’artista. Nasce per coordinare a livello nazionale e internazionale le ricerche, le attività di conservazione e valorizzazione di questo bene culturale, contribuire a definire standard di catalogazione e modalità di conservazione e restauro, favorire la fruibilità anche online del patrimonio di libri animati, sviluppare una rete di collegamento e di confronto con i fondi conservati presso istituzioni pubbliche, private, collezionisti, esperti, coinvolgere il mondo della scuola, favorendo l’utilizzo del libro animato come mezzo per lo sviluppo della creatività.

Nell’ambito del Centro Studi verrà avviata una Rivista online (“Journal of Interactive Books”), diretta dal professor Crupi.

In occasione del convegno internazionale sarà inaugurato all’interno del MUSLI un nuovo spazio espositivo (POP-APP MUSLI), ampliamento della sezione sui libri animati già esistente. Inoltre, saranno presentate alcune esperienze di sviluppo di progetti multimediali e quattro esposizioni temporanee (POP-APP Exhibitions): la mostra Italian Style. 10 opere di 10 artisti del libro animato italiano contemporaneo, la mostra Made in China. New trends in new environment, che propone una rassegna di diciannove libri pop up pubblicati in Cina e qui esposti per la prima volta, nonché Pop up for creativity, un’esposizione di dieci libri animati realizzati dagli studenti del liceo artistico Passoni di Torino. Sarà inoltre possibile visitare la mostra Tante teste tanti cervelli. Lanterna magica delle facce umane, realizzata in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e inaugurata al MUSLI nel dicembre scorso.

È prevista un’apertura straordinaria del MUSLI sabato 29 febbraio al pomeriggio, con possibilità di visitare le POP-APP Exhibitions e partecipare a laboratori creativi per adulti e bambini condotti dal pop up designer Massimo Missiroli. Saranno inoltre calendarizzati una serie di POP-APPuntamenti, incontri aperti a tutti, e di POP-APP Lab domenicali per famiglie e bambini, con laboratori per la costruzione di libri animati e movibili.

Le iniziative POP-APP 2020, promosse dalla Fondazione Tancredi di Barolo in collaborazione con Sapienza Università di Roma (Dipartimento di Lettere e Culture Moderne), sono realizzate con il sostegno di Regione Piemonte (Direzione Promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport), Società Reale Mutua di Assicurazioni, Fondazione CRT, con il fattivo supporto dell’Opera Barolo e con il contributo degli eredi in memoria dell’ing. Emilio Clara, grande bibliofilo torinese.

Hanno ricevuto il patrocinio di Città di Torino, Consiglio regionale del Piemonte, Società Italiana di Scienze Bibliografiche e Biblioteconomiche (SISBB), Dipartimento di Lettere e Culture Moderne (Sapienza Università di Roma), Centro Apice – Università degli Studi di Milano.



In questo articolo: