Corteo di studenti a Torino, bruciato un simbolo dell’Eni contro l’alternanza scuola-lavoro

Un centinaio di studenti delle scuole superiori ha sfilato in corteo questa mattina in centro a Torino dietro lo striscione “Contro questa scuola che opprime, riprendiamoci tutto”. Gli studenti protestano per chiedere spazi di confronto e fondi per l’edilizia scolastica. In corso Vittorio, davanti al Miur, è stato bruciato un cartellone giallo, simbolo dell’Eni, per denunciare i corsi di alternanza scuola-lavoro proposti dall’azienda in alcune scuole piemontesi, considerati dai ragazzi anacronistici nel periodo in cui si assume consapevolezza delle necessità di smettere di inquinare per salvare l’ambiente.