Selezionate le foto finaliste di Rivoli, città Fotografica 2020

Le Giuria di “Rivoli, città Fotografica 2020” hanno terminato il loro lavoro. Al Concorso fotografico sono pervenuti 34 progetti fotografici. Importante è stato il coinvolgimento dei Circoli fotografici, opportunamente stimolati nel periodo precedente la data termine per la presentazione delle candidature, nonché gli incontri a carattere culturale e pubblicitario che si sono susseguiti nei mesi scorsi.

Per la prima volta il Concorso proponeva tre categorie: reportage, naturalistica e astratto.

Anche stavolta i progetti attinenti al reportage sono stati in prevalenza, 17, segno di una forte sensibilità verso il genere, nelle sue principali connotazioni di notizia, denuncia, narrazione.

Nove e sette sono i progetti presentati rispettivamente nelle categorie naturalistica e astratto, indice della difficoltà di creare una narrazione interessante e coinvolgente in queste due generi nei quali una buona idea di partenza è caratterizzante dello sviluppo del progetto stesso.

A detta della Giuria, la scelta dei lavori da selezionare per le esposizioni di maggio è stata non facile, e tra i progetti selezionati e quelli esclusi le differenze di valutazione sono sottili.

I Giurati, Max Ferrero (fotoreporter ed docente Uni. PO), Marco Bertolini (Guida ambientale e fotografo naturalista), Paolo Forsennati (docente e Art Director), Giuliano Marzola (socio del GFR L’Obiettivo) hanno selezionato:

per la categoria Resoconti (reportage)
Lorenzo Confalonieri
Estancia “El Pedral”
Simone Migliaro
Occhi narranti
Silvia De Blasi
Verso Est

per la categoria NaturalisticaMente (naturalismo)
Giorgio Cerutti
Verde irlanda…in bianco e nero
Federica Cordero
European wildlife
Alessandra Boggiatto
Trame imprevedibili

per la categoria Realtà e Astrazione (astratto)
Samuel Dossi
Vita quotidiana nell’universo parallelo
Coll.Il Moscerino
Anime urbane
Elisa Arnodo
Natura di donna

Per quanto riguarda la sezione Under 18 è stato presentato purtroppo un solo progetto, seppur di buon livello, su un tema scottante come il bullismo. La Giuria (Pier Fornasieri, Francesca Milanesio e Lucia Montalbano) ha tuttavia rilevato come il tema sia stato svolto con sensibilità e proprietà dalla quattordicenne Francesca Cauda.

A questo, per tutti i selezionati, ed ovviamente per gli organizzatori di RCF20, resta la sfida più grande: battere il Covid19 entro poco tempo e riuscire a realizzare le esposizioni, da una parte, e il fitto calendario di eventi che ha progressivamente arricchito il palinsesto, dal 9 al 31 maggio.



In questo articolo: