Il nuovo spot pubblicitario della Lavazza fa discutere il web: tra tanti apprezzamenti anche alcune critiche

L’ultimo spot pubblicitario dell’azienda torinese Lavazza, intitolato “Good Morning Humanity”, che riprende il celebre discorso di Charlie Chaplin tratto dal film Il grande dittatore, ha fatto discutere molto sul web nell’ultimo tempo.

Nel video dello spot, le parole del “discorso all’umanità” dell’icona cinematografica degli anni ’30 e ’40 sono accompagnate a immagini che vogliono rappresentare la diversità dell’umanità oggi attraverso vari continenti e varie età.

“Good Morning Humanity – scrive Lavazza nella didascalia – è la nuova campagna di comunicazione globale di Lavazza che, attraverso le parole del Discorso all’Umanità di Charlie Chaplin, vuole dare un messaggio di positività, presentando quello all’orizzonte come un mondo nuovo, pronto ad accogliere un’umanità ritrovata.”

Tra i tanti apprezzamenti sul web, si trovano però anche alcune critiche:

“Chi #lavazza, quelli che comprano il caffè pagato quattro soldi dagli indigeni e lo rivendono 20 volte tanto?” – scrive un utente su Twitter.

“Meno male che non bevo caffè – scrive un altro utente Twitter – non corro il rischio di dare soldi alla #Lavazza per ingurgitare un esotico intruglio, oltretutto pubblicizzato con uno spot che gronda insopportabile propaganda antifascista e antirazzista.”

Ecco qui il video dello spot “Good Morning Humanity” della Lavazza:



In questo articolo: