Due processi diversi per i coniugi che fecero esplodere l’abitazione di Quargnento uccidendo 3 vigili del fuoco

Partirà il 23 luglio il primo processo dei coniugi Gianni Vincenti e Antonella Patrucco con rito abbreviato per l’accusa di esplosione dolosa di abitazione, lesioni aggravate, ovvero il ferimento di due vigili del fuoco e un carabiniere, truffa all’assicurazione e calunnia al vicino di casa davanti al Giudice per l’udienza preliminare Paolo Bargero.

Mentre per l’accusa di omicidio volontario plurimo, per aver ucciso nell’esplosione dell’abitazione di Quargnento i tre vigili del fuoco, l’udienza alla Corte d’Assise si terrà l’11 settembre prossimi.

Il giudice per le indagini preliminari, Paolo Bargero, ha respinto l’eccezione di illegittimità costituzionale sollevata dalla difesa. Ammesse tutti le parti civili tra cui Anmil e Associazione Vittime del Dovere.