Olivia, figlia dell’allenatore della Torino 81, ha 2 anni ed è affetta da una malattia rarissima: aiutiamola!

Olivia ha due anni ed è affetta dalla nascita da una malattia genetica rara, una malattia che, senza preavviso e senza tempistiche certe, le toglierà la possibilità di camminare, muoversi, giocare, parlare, sorridere, mangiare, respirare. Ma non le toglierà la capacità di capire ciò che le sta succedendo. La sua malattia si chiama paraparesi spastica ascendente a esordio infantile ed al mondo ne sono colpiti non più di 30-40 bambini.

La sua è la storia di una lotta contro il tempo e di un viaggio per sconfiggere un nemico che si trova dentro di lei, nel suo DNA: un gene modificato, responsabile di una grave patologia neurologica, degenerativa, ad oggi senza cura.

Olivia è anche la figlia di Simone Aversa, coach della Torino 81. E così squadra e tifosi si sono attivati per aiutarla. E’ nata una pagina Facebook che racconta la sua storia, la sua vita quotidiana e le necessità che giorno dopo giorno diventano più urgenti.

Ed è nata anche un’associazione, che si chiama Help Olly Onlus, proprio per aiutare la ricerca sulla paraparesi spastica ascendente a esordio infantile e sperare che anche per Olly si possa trovare al più presto una cura.

Per aiutare Olly, le donazioni devono essere fatte esclusivamente all’Associazione Help Olly Onlus, tramite questi canali:
– bonifico bancario a Banca Reale di Torino
IT24D0313801000000013289426
intestato ad Associazione Help Olly Onlus CF.97855900011;
– Paypal: si può effettuare pagamento con carta di credito o tramite conto PayPal, cliccando https://bit.ly/3fOMviU;
– utilizzando il tasto “Dona Ora!” presente sulla Homepage.