Vicesindaco e assessore del centrodestra di Biella hanno preso il bonus partite Iva

Ci sono anche il vicesindaco di Biella Giacomo Moscarola e l’assessore comunale Massimo Gaggino tra i “furbetti” che hanno preso il bonus per le partite Iva da 600 euro per due mesi di fermo attività, a marzo e aprile. Gaggino, parucchiere, spiega che ha dovuto tenere chiuso l’attività per tre mesi e quindi non trova niente di scandaloso per aver usufruito del bonus. Moscarola, vicesindaco in quota Lega, spiega che è perito assicurativo e non vive di politica. Come amministratore comunale prende 2800 € lordi.

Marta Bruschi, consigliera del Pd, controbatte:

Si sono aumentati lo stipendio a inizio mandato, perché avevano detto che lavoravano h24 per la città. Invece abbiamo scoperto, con spiegazioni tipiche di chi si arrampica sui vetri, che si sono presi bonus destinati a persone davvero bisognose.

Foto di Alessandro Vecchi CC BY-SA 3.0 unported