Non più esplosivo ma hackeraggio: colpito un postamat di Trecate

Non usano più l’esplosivo, troppo rumoroso, ma ora i ladri dei bancomat riescono, grazie a uno strumento chiamato “black box” collegato con l’apparecchio, a farsi erogare i soldi. Il sistema si chiama “jackpotting”, per richiamare l’erogazione di denaro quando si fa appunto jackpot alle slot machine. Tutto il colpo non dura più di 20 minuti e senza far rumore il danno viene notato solo dopo molto tempo.

Questo sistema è stato usato al postamat di via Galileo Ferraris a Trecate nella notte tra martedì e mercoledì scorso e ora i carabinieri di Trecate insieme a quelli di Novara stanno cercando di individuare i colpevoli dalle telecamere dell’ufficio postale e quelle circostanti in zona.

Si tratta di una banda ben organizzata che ha agito in pochi minuti e ha fatto perdere le proprie tracce.



In questo articolo: