Misurazione della temperatura, il governo impugna l’ordinanza regionale

Come da reiterati annunci da parte del governo, arriva la decisione di impugnare l’ordinanza regionale sull’autocertificazione della misurazione della temperatura agli studenti e, in mancanza dell’attestazione, la misurazione da parte delle scuole. La ministra dell’Istruzione Azzolina l’aveva annunciato lo scorso venerdì (11 settembre) quando era in visita nelle scuole di Biella, la sua città, e oggi arriva il provvedimento firmato da lei e dal ministro della Salute Speranza.

Il presidente della Regione Piemonte risponde a tono e ricorda i piemontesi bogianen: non indietreggerà di un millimetro rispetto alla sua posizione. Ora si aspetta la decisione dei giudici del Tar, ma finché non ci sarà una sentenza rimarrà valida l’ordinanza regionale.