Pubblicità truffaldine di diete dimagranti con la faccia a sua insaputa del professor Giorgio Calabrese

Il professore astigiano si è trovato a sua insaputa a promuovere diete dimagranti online. Il gip del tribunale di Roma, Andrea Fanelli, ha respinto la richiesta di archiviazione voluta dalla Procura sulle truffe online di cui Calabrese è parte lesa.

Assistito dagli avvocati Giuseppe Benedetto e Antonio Trimboli, soddisfatti che il pm debba continuare con le indagini per per identificare gli autori dei siti internet incriminati, che pubblicizzavano prodotti miracolosi per dimagrire mettendo la faccia del professor Calabrese.

“Quello di oggi è un grande risultato nella lotta contro le frodi informatiche, che quotidianamente interessano milioni di cittadini italiani, soprattutto attraverso il web” – commentano Benedetto e Trimboli a termine dell’udienza.