È morta per COVID-19 un’infermiera dell’ospedale Maggiore di Novara, è la prima tra gli operatori sanitari

Patrizia Arzanità, 62 anni, infermiera all’ospedale Maggiore di Novara è morta per COVID-19. È la prima vittima tra gli operatori sanitari della struttura novarese. La diagnosi è avvenuta tre settimane fa e le sue condizioni si sono fatte subito gravi. Ricoverata nel reparto Covid prima e poi in rianimazione, non ce l’ha fatta a sconfiggere il coronavirus. Anche il marito Mauro aveva contratto la COVID-19, ma ha superato la fase più critica e ora si trova in riabilitazione in clinica a Veruno. Per anni infermiera a Nefrologia era poi passata all’Unità Spinale. Il primario di Medicina Fisica e Riabilitazione la ricorda con queste parole: “Una grande perdita, era una persona preziosa”.