Elezioni Comunali 2021 : si punta a una data a settembre o ottobre. Al voto Torino e Novara

Una delle prime importanti scelte per il Governo Draghi è quella relativa alla data delle elezioni amministrative 2021.

Al momento sono diverse le date possibili per le elezioni comunali 2021. le ipotesi vanno dal 13 giugno 2021 per il primo turno e del 27 per gli eventuali ballottaggi. La seconda data è orientata a settembre 2021 prima della riapertura delle scuole su base nazionale. Non è da escludere a questo punto anche una possibile opzione per l’ottobre 2021.

Alle urne andranno venti comuni capoluogo di provincia: Benevento, Bologna, Carbonia, Caserta, Cosenza, Grosseto, Isernia, Latina, Milano, Napoli, Novara, Pordenone, Ravenna, Rimini, Roma, Salerno, Savona, Torino, Trieste e Varese, di cui sei sono anche capoluogo di regione ovvero Bologna, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste.

Con un emendamento contenuto nella conversione al Mille Proroghe la scadenza per le elezioni provinciali è stata spostata al 20 maggio chiarendo che i Presidenti delle Province possano convocare le elezioni “entro 60 giorni dalla ultima proclamazione degli eletti alla tornata per le amministrative 2021”. Si tratta concretamente di un rinvio in attesa di conoscere la data per le elezioni comunali 2021.

La Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati ha approvato un emendamento al Decreto Legge 183/2020 “Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi”, che prevede che le elezioni provinciali debbano essere svolte entro 60 giorni dalla data dell’ultima proclamazione degli eletti nei Comuni della Provincia che andranno al voto nel 2021.

Le elezioni provinciali sono elezioni di secondo livello che hanno come elettori i sindaci e i consiglieri comunali dei Comuni ricompresi nel territorio della Provincia in carica alla data delle elezioni; possono essere eletti alla carica di presidente della provincia i sindaci dei Comuni ricompresi nel territorio della Provincia.