Luca Pasquaretta rinviato a giudizio per estorsione nei confronti di Chiara Appendino

Andrà a giudizio per estorsione Luca Pasquaretta, ex portavoce della sindaca di Torino Chiara Appendino. Il Gup lo ha rinviato a giudizio e fissato la data della prima udienza per il 16 novembre. Le accuse sono estorsione, corruzione, peculato e traffico di influenze.

Secondo l’accusa Pasquaretta, dopo lo scandalo della consulenza fantasma del Salone del Libro, avrebbe ricattato Appendino e l’onorevole Laura Castelli, minacciando ritorsioni se non gli avessero trovato altre sistemazioni.

Con Pasquaretta andranano a processo anche Mario Montalcini all’epoca vice presidente della Fondazione per il libro, Giuseppe Ferrari, vice segretario generale del Comune di Torino, e altri cinque indagati.



In questo articolo: