Si lavora per accellerare il percorso per la somministrazione dei vaccini anti-Covid in farmacia in Piemonte

Dopo che il 29 marzo è stato siglato l’accordo quadro tra Federfarma, Assoferm, Governo, Regioni e Province Autonome per la somministrazione dei vaccini anti-Covid in farmacia le Federazioni dei farmacisti si sono mobilitate per individuare tutti i titolari disponibili a partecipare all’iniziativa.

Per partire é necessario che il personale delle farmacie partecipi a un corso che abilita alla vaccinazione anti Sars-Cov-2 previsto dalla legge, predisposto online dall’Istituto Superiore di Sanità.

Dopo aver superato un esame finale sará possibile far parte da subito delle categorie impegnate nella campagna vaccinale.

Per i primi giorni il farmacista sarà affiancato da un tutor, ossia un medico o un infermiere che abbiano già esperienza di vaccinazioni per assicurare la massima sicurezza.

Il cittadino dopo aver ricevuto il vaccino resterà sotto osservazione per un quarto d’ora e poi potrà tornare a casa.



In questo articolo: