Cento persone all’aperitivo disobbediente di Chivasso: potrebbe arrivare la chiusura definitiva del locale

I carabinieri che hanno sanzionato a più riprese la titolare della Torteria di Chivasso e anche il sindaco della cittadina hanno chiesto al prefetto di Torino, Claudio Palomba, di ritirare la licenza del locale disobbediente. Ieri, sabato 17 aprile, come anche il sabato precedente sono arrivati un centinaio di persone per l’aperitivo negazionista del locale di via Orti. Molti bevevano e mangiavano e anche chi non stava consumando non portava la mascherina.

“E’ il coraggio delle persone comuni che cambierà la storia. Grazie Rosanna” si legge nello striscione appeso fuori dalla Torteria. Gli inviti all’aperitivo arrivano via Telegram e tra gli affezionati del locale anche un’infermiera dell’ospedale di Chivasso.

Intanto potrebbe arrivare a breve il provvedimento del prefetto che chiuderà definitivamente il locale di Rosanna Spatari, che da ottobre non rispetta le norme per il contenimento del contagio da coronavirus.

Foto Google Streetview