Glocal Day, arrivano al cinema i corti di Torino Factory 2020

Nel corso del 2020 le otto troupe selezionate grazie alla call della terza edizione di TORINO FACTORY non si sono arrestate e hanno portato a compimento il percorso formativo e produttivo del glocal video & lab contest rivolto a filmmaker torinesi under 30 curato dall’Associazione Piemonte Movie e promosso dalla Città di Torino.

Guidate dal regista e direttore artistico di Torino Factory Daniele Gaglianone, i giovani registi hanno realizzato 8 cortometraggi partendo dai teaser di progetto con cui si sono candidati e che hanno permesso di valutarli non solo per le loro capacità tecniche e creative, ma anche sulla base della proposta progettuale, l’originalità dell’idea, la fattibilità e le connessioni narrative con la realtà cittadina.

Domenica 9 maggio alle ore 18.30 i film brevi che sono stati sviluppati e hanno preso forma negli scorsi mesi raggiungeranno finalmente la sala e le immagini frutto della creatività dei giovani registi che hanno partecipato a TORINO FACTORY 2020 scorreranno sullo schermo della Sala Pastrone del Cinema Massimo (Via Verdi 8, Torino. Ingresso 4,50 euro).

CORTOMETRAGGI TORINO FACTORY 2020

BAR NAZIONALE di Mattia Capone e Alessandro Garelli – location Torino, Circoscrizione 1
GARBAGE SMILE di Rocco D’Anzi – location Torino, Circoscrizione 3
LA FORZA di Chiara Troisi – location Torino, Circoscrizione 8
LITTLE NOIR di Tommaso Papetti – location Torino, Circoscrizione 2 e 6
OMBRE di Mariam Reza Beigi, Miriam Fabiano e Lorenzo Scarafia – location Torino, Circoscrizione 4
RACE ROMOLI di Alessio De Cicco – location Torino, Circoscrizione 5
RADICI di Duccio Brunetti – location Villar Perosa (Torino)
SPAIATI di Michele Seia – location Torino, Interni circoscrizione 8 – esterni circoscrizione 7

La proiezione sarà introdotta da Alessandro Gaido, presidente dell’Associazione Piemonte Movie, insieme ai registi presenti e i cortometraggi verranno mostrati davanti alla giuria composta dai rappresentanti degli enti che hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa Davide Bracco (Film Commission Torino Piemonte), Stefano Boni (Museo Nazionale del Cinema), Stefano Francia Di Celle e Davide Oberto (Torino Film Festival), e Arrigo Tomelleri (ANEC), con assegnazione al termine della proiezione del Premio al Miglior Cortometraggio (2.500 euro).

Il 2021 ha portato Torino Factory a una fase successiva che vede il progetto ampliare il proprio raggio d’azione all’intero territorio regionale come PIEMONTE FACTORY mantenendo forte l’obiettivo di innescare sinergie e nuove relazioni tra generazioni di creativi e operatori del cinema locale e futuri professionisti, e alimentare il circolo virtuoso di uno dei settori più fertili della regione.

Attualmente la prima edizione PIEMONTE FACTORY è in fase alla ricerca di giovani talenti da tutte le otto province della regione che fino al 7 giugno potranno iscriversi alla call.

TORINO FACTORY 2020 è stato promosso da Città di Torino – Direzione Servizi Culturali e Amministrativi. Realizzato da Associazione Piemonte Movie in collaborazione con Film Commission Torino Piemonte, Museo Nazionale del Cinema, Torino Film Festival, Anec-Agis.

SINOSSI CORTOMETRAGGI TORINO FACTORY / ed. 3

BAR NAZIONALE di Mattia Capone e Alessandro Garelli
Un barista sta chiudendo il locale, ma entra un rapinatore che, non contento dell’incasso, minaccia il barista e si fa condurre a una porta nell’ombra. Dalla porta compaiono due loschi figuri, barista e rapinatore sono intrappolati e dovranno collaborare per uscirne vivi.

GARBAGE SMILE di Rocco D’Anzi
Lorenzo è un ragazzo attento alla questione ambientale e da qualche tempo fa un incubo ricorrente a riguardo. Documentandosi sul tema dei rifiuti, si imbatte in una ragazza che sembra conoscerlo più di quanto lui creda e durate una discussione Lorenzo verrà a conoscenza di una verità sconcertante.

LA FORZA di Chiara Troisi
Meri, giovane cartomante, vive insicura la sua ultima giornata a Torino, oppressa dalla figura di una donna legata alle sue stesse carte. L’incontro con una cliente abituale e affezionata la aiuterà a prendere la decisione migliore per cambiare vita.

LITTLE NOIR di Tommaso Papetti
Chicco Manda è uno scaricatore di merci che sbarca il lunario cercando di rimanere lontano dal mondo criminale, ma la sua vita prende una piega inaspettata quando una ragazza che gli chiede di aiutarla a scappare dalla città di nascosto dal suo geloso amante e temuto boss Don Catrame.

OMBRE di Mariam Reza Beigi, Miriam Fabiano e Lorenzo Scarafia
Traumatizza da un incidente stradale in cui era alla guida e ha perso i genitori, Anita si rifugia in un mondo tutto suo dove trova Dalia, personaggio creato dalla sua mente per sfuggire dal senso di colpa e che la sprona ad affrontare ciò che è successo.

RACE ROMOLI di Alessio De Cicco
Cinque personaggi collegati in una serie di incontri. Un ragazzo finito agli arresti domiciliari cerca di cambiare vita iniziando a lavorare con il giardiniere del quartiere; mentre i suoi due migliori amici vorrebbero che tornasse a lavorare con loro.

RADICI di Duccio Brunetti
Radici è una lettura onirica del mondo lavorativo italiano che dipinge, nell’oscurità di un teatro, i volti e le paure delle generazioni che negli anni si susseguono. Attraverso il pretesto del colloquio, il cortometraggio apre l’anima del protagonista per liberarla dai fantasmi del passato, del presente e del futuro.

SPAIATI di Michele Seia
“Spaiati – live acoustic jazz – stasera alle 22.00” recita un cartello appeso alla porta che separa un jazz club dal freddo mondo esterno. Tra calde luci soffuse, David e Susanna – gli Spaiati, duo jazz acustico – si apprestano a suonare. Ma il talento di Susanna si scontra con la tecnica di David, l’istinto di una contro il metodo dell’altro



In questo articolo: