Mandò agli amici il video intimo della fidanzata, messa alla prova per il giovane: allenerà ragazzi con disagi

Nella primavera del 2018 diffuse immagini intime della fidanzata, maestra d’asilo in un comune del torinese. Adesso allenerà per 12 mesi una squadra di calcio composta da ragazzini con disagi.  Così svolgerà  la “messa alla prova” per il giovane che all’epoca dei fatti aveva inviato quelle immagini ai compagni del calcetto.

Il programma è stato presentato oggi al tribunale.

La maestra, dopo la diffusione del materiale, aveva perso il lavoro. Lo scorso 19 febbraio sono state condannate la direttrice dell’istituto (13 mesi) e una mamma (12 mesi).
L’allora fidanzato della giovane, che aveva condiviso le immagini in una chat di amici, ha scelto la ‘messa alla prova’, un procedimento che in caso di esito positivo permette di uscire dal processo senza conseguenze. Ha anche risarcito la parte lesa con una somma di denaro.

“Lui – commenta l’avvocato Alessandro Dimauro, che lo assiste insieme al collega Pasqualino Ciricosta – è pentito del suo gesto. Noi crediamo che il lavoro che svolgerà nei prossimi mesi sia una soluzione adeguata sotto tutti i punti di vista: gli permetterà di crescere come uomo e gli tornerà utile nella vita”.



In questo articolo: