In Piemonte gli agenti feriti in servizio non pagheranno prestazioni mediche

“Da oggi in Piemonte gli agenti che abbiano riportato infortuni in servizio saranno esentati dai costi delle prestazioni mediche sino alla chiusura dell’infortunio stesso e per la durata di 180 giorni dall’evento traumatico. Inoltre, in assenza di guarigione entro il termine, potrà comunque essere rilasciato un nuovo certificato medico continuativo dell’infortunio con cui la prognosi sarà prolungata” a dichiararlo è l’assessore alla Semplificazione della Regione Piemonte Maurizio Marrone, che illustrando la Dgr approvata questa mattina in giunta, prosegue:

“Sono orgoglioso di essere stato a inizio legislatura il promotore dell’Odg sulla copertura dei ticket sanitari per le forze dell’ordine ferite in servizio e, successivamente, aver contribuito alla Dgr che copriva anche le spese per gli infortuni in codice bianco. Oggi, grazie, al lavoro fatto insieme all’Assessore Icardi, il Piemonte porrà rimedio all’assurda norma norma nazionale che non garantisce la copertura assicurativa INAIL ai ragazzi in divisa. Un modo concreto per dimostrare il nostro sostegno a poliziotti, carabinieri, finanzieri, vigili del fuoco, militari delle forze armate e agenti di polizia locale, restando al loro fianco anche nel caso le cure si protraggono e vi sia necessità di sedute di fisioterapia o eventuali prestazioni di specialistica ambulatoriale. I servitori dello Stato non possono essere lasciati soli dopo una ferita riportata in servizio per difendere tutti noi”.



In questo articolo: