Asti, vendeva vino da tavola etichettandolo come DOCG e DOC: denunciato per frode in commercio

L’operazione “Solstizio d’estate” dei Carabinieri per la Tutela Agroalimentare ha portato alla denuncia per frode in commercio l’amministratore di un’azienda agricola astigiana. Infatti, commercializzava del vino comune da tavola etichettandolo come le DOCG Barolo, Barbaresco e Gavi e la DOC Primitivo di Manduria. Nell’operazione attiva su tutto il territorio nazionale sono state trovate 35 imprese irregolari, contestate sanzioni per 36.200 euro, denunciate 8 persone per frode in commercio e inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.



In questo articolo: