Nomi tedeschi femminili: i più belli per la tua bambina (+significato)

Quando si tratta di scegliere il nome per la propria bambina, i neo genitori si trovano sempre di fronte a numerosi dilemmi. Prima di tutto in che lingua scegliere tale nome, qual è il suo significato e così via.

Si passano dunque nottate insonni a decidere se prendere ispirazione dai Libri dei Nomi, dalle persone a noi care, da dei famigliari, da “segnali provenienti dall’Universo” e tanti altri fattori ancora. Ciò che sappiamo di certo è che l’impresa è tutt’altro che facile, provate a mettervi d’accordo su un nome che accontenti sia voi che tutti i membri delle rispettive famiglie e poi ne riparliamo.

In questa occasione possiamo dunque consigliarvi di dare un’occhiata ai nomi tipici dei Paesi germanofoni come la Germania oppure l’Austria, nomi pieni di storia e di cultura che potrebbero solleticare la vostra fantasia e facilitare le vostre decisioni in materia.

In ogni caso, per capire meglio l’origine di questa scelta e pronunciarlo correttamente, perché non “completare” ancora di più le proprie conoscenze in materia andando ad approfondire il vostro livello di tedesco?

Ovviamente tutti noi abbiamo lavori ed impegni vari, ma è proprio per questo motivo che vi suggeriamo un modo pratico ed innovativo che consiste nel prendere delle lezioni di tedesco online attraverso il portale di Preply!

Un paio di click e, in men che non si dica, avrete trovato il vostro insegnante privato. Ma torniamo ai nomi, eccone qualcuno:

Heidi: un nome che, letteralmente, significa “persona dai modi nobili” e che è diventato ancora più famoso a partire dagli anni Ottanta con il celeberrimo cartone animato disegnato da Hayao Miyazaki anche se la bambina in questione era svizzera.

Elektra: nome invece proveniente dal mondo greco antico, ricordiamone sia il mito che il complesso, e significa “bionda come l’ambra” o comunque “splendente”. Tale nome deriva infatti da una delle figlie di Atlante, le Pleiadi, e di Pleione.

Astrid: molto comune anche nei Paesi dell’Europa del Nord, il nome significa “cara agli dei” e potrebbe provenire da una parola del tedesco antico o sassone che dir si voglia.

Ingrid: anche questo è un nome le cui origini vanno individuate nel mondo germanico antico e lo si può tradurre con persona “bella e amata” dotata anche di una sacrosanta pazienza ed armoniosa leggiadria nei movimenti e nei modi di fare.

Christel: altra variante di Cristina, abbreviabile anche con il vezzeggiativo Kitty oppure Chrissie, che significa letteralmente “consacrata a Cristo” nonostante le sue origini risalgano al mondo greco antico.

Ursula: il nome, ai più potrebbe ricordare quello della strega cattiva de La Sirenetta della Disney, significa invece “orso femmina” o “orsa” e sta ad indicare una persona forte ed intelligente con molti ideali.

Dana: assimilabile alla nostrana, e non solo, Daniela oppure Loredana, questo nome ha origini che vanno ricercate nel mondo ebraico e significa “Dio ha giudicato” andando dunque ad indicare una persona paziente e coraggiosa.

Altri nomi possono essere invece Bernardina (“forte e coraggiosa”), Emmaline (variante di Emily che significa “laboriosa”), Brunhilde (“nobile” e citata anche da Wagner), Adelle (“nobile”) oppure Emelie (anch’essa variante di Emily, ma che significa “gentile” o comunque “cordiale”).