Ragazzino di 12 anni salvato al Regina Margherita con un cuore donato da una giovane di Praga

Ad aprile i primi sintomi di scompenso che hanno portato al ricovero di un dodicenne di Asti al Regina Margherita. Il suo cuore non era più in grado di pompare sangue ed è stato impiantato un cuore artificiale. Alcuni mesi di attesa e nei giorni scorsi arriva la notizia che c’è una donatrice, una ragazza di Praga morta annegata. Il Centro Nazionale Trapianti, portale italiano collegato a tutte le Reti Nazionali Europee, ha avvisato il Centro Regionale Trapianti del Piemonte per confermare della disponibilità del cuore. Il ponte aereo della notte ha portato in 90 minuti di volo il cuore a Torino. Il dodicenne, in lista trapianti, ha subito un intervento di 7 ore operato dall’equipe di Carlo Pace alla Cardiochirurgia Pediatrica dell’ospedale Regina Margherita. In degenza in reparto potrà presto tornare a una vita normale.