Bruciano sterpaglie in Liguria, ma il rogo gli sfugge: morta una donna di Ormea, gravemente ferito il marito

Nella giornata di ieri, domenica 18 luglio, intorno alle 14.30, una donna di 73 anni è deceduta a causa delle gravi ustioni riportate in seguito ad un rogo di sterpaglie sfuggito dal suo controllo e del marito, 74 anni, anch’egli gravemente ferito.
L’incidente accaduto alla coppia, nativa Ormea (Cn), ma residenti a Collegno (To), è avvenuto in una campagna di borgo Castello, in Valle Impero, a Chiusanico in Liguria.
I due stavano bruciando alcune sterpaglie, quando il rogo è scappato dal loro controllo investendo la donna provocandole ustioni che le sono costate la vita.

Il marito è stato anch’egli travolto dalle fiamme, nel tentativo di salvare la moglie, riportando gravi ferite. Accorso immediatamente dai sanitari del 118, avvertiti dal figlio dei due che ha lanciato l’allarme, l’uomo è stato trasportato  in elisoccorso e ricoverato in codice rosso all’ ospedale di Sampierdarena.
Sul posto anche i vigili del fuoco e il reparto Radiomobile dei Carabinieri di Imperia e i Carabinieri Forestali per stabilire a dove sia partito il fuoco e appurare con sicurezza se si sia trattato di un fatto accidentale.



In questo articolo: