Levante infiamma Stupinigi dal palco dello Stupinigi Sonic Park

La terza data ufficiale del tour estivo di Levante, dal titolo “Dall’alba al Tramonto Live”, approda allo Stupinigi Sonic Park giovedì 22 luglio. Poco dopo le 21 la cantautrice siciliana esce dal salone centrale della scenografica Palazzina di caccia di Stupinigi per inebriarci con la sua voce melodica. Quasi due ore di spettacolo con brani che ripercorrono la sua carriera musicale tra vecchi e nuovi successi; si inizia con Gesù Cristo sono io, le lacrime non macchiano, rancore e regno animale.

Poi parla del suo inizio, “è stata una strada molto molto lunga, prima di arrivare ad Alfonso, ho fatto la vecchia gavetta e salivo sul palco, ospite di Max Gazzè prima dei suoi concerti e mi ricordo che cantavo circa cinque brani e l’ultimo di questi era un brano che introducevo dicendo: abbiate sempre il coraggio di realizzare i vostri sogni” il brano era Duri come me.

Abbi cura di te emoziona al punto di sentire un brivido lungo la schiena nonostante la calda serata di fine luglio. Il pubblico la ama, c’è anche chi glielo urla e canta a squarciagola tutte le canzoni ma si ha la conferma di tanto amore quando sul brano “lo stretto necessario” viene alzato uno striscione con su scritto “dalle campagne in fiamme e dalle facciate mai finite qui insieme a te from Palagonia” la sua cittadina natale siciliana. Crea una magica atmosfera quando canta Magmamemoria accompagnata solo dalla sua chitarra per poi esplodere con Non me ne frega niente, Pezzo di me, Alfonso, Andrà tutto bene e la canzone di Sanremo Tikibombom.

Saluta il pubblico presentando la sua band, ovvero: Eugenio Odasso alle tastiere e alla chitarra, Alex Sanfilippo alla batteria, Alessandro Orefice alle tastiere e macchine, Matteo Giai al basso e Lorenza Giusiano ai cori.

Due ore di concerto per una serata indimenticabile a Stupinigi Sonic Park, indimenticabile anche per Claudia, che sui social ringrazia i suoi fan dichiarando di aver detto a tutti “Ho suonato tanto da queste parti, conosco questi luoghi, conosco questa gente… non ho mai ricevuto così tanto amore qui come questa sera!”.

Grazie a te Claudia.

Foto: Elisabetta Canavero

Report: Sara Arrabito



In questo articolo: