Torino, 62enne morta dopo vaccino: il risultato dell’autopsia non correla con il siero di Astrazeneca

La donna di 62 anni con pregressa ipertensione, che è morta a sette ore dalla seconda dose con il vaccino Vaxevria prodotto da Astrazeneca è deceduta per un edema polmonare. L’autopsia effettuata dal medico legale Clara Bioletti correla quindi la morte più  alla sua patologia pregressa piuttosto che al vaccino.

La procura ha disposto ulteriori accertamenti per capire la causa alla base dell’edema polmonare che ha stroncato la 62enne.

La donna si era sentita male domenica scorsa quando era in macchina in corso Racconigi a Torino. È riuscita ad accostare e si è accasciata a terra allarmando i passanti che hanno chiamato aiuto. Inutili però le manovre del 118 per salvarle la vita.