Le ex fonderie Nebiolo a Torino verranno riqualificate a spazi di pubblica utilità e una moschea

Le ex fonderie Nebiolo sono state vendute per poco più di un milione di euro alla Confederazione Islamica Italiana che le riqualificherà trasformandole in un centro polifunzionale con spazi di pubblica utilità a spazi di culto.

Per la precisione l’80% sarà dedicato a spazi per la cittadinanza come una biblioteca, un’ area dedicata a mostre e iniziative culturali, uno studentato universitario e delle aule studio. Il restante 20% sarà destinato a una moschea. “Uno spazio dedicato alle esigenze culturali dei fedeli musulmani, che offrirà altresì un riferimento di valore anche turistico ai visitatori della Città, oltre a prevenire l’insorgenza di situazioni di disagio dovute alla mancanza di spazi idonei, verificatesi in altre città”, dichiarano dalla Condeferazione Islamica Italiana.

“Recuperare uno spazio abbandonato da anni con un bel progetto legato alla residenza universitaria convenzionata, ad aule studio, a spazi per associazioni e spazi di preghiera, è un ottimo risultato per la città e per il quartiere. Mi aspetto i soliti attacchi, diciamo poco tolleranti; abbiamo risolto un’altra area degradata”, ha commentato Antonino Iaria, assessore all’Urbanistica del Comune di Torino.

Per ora non si sanno ancora i tempi dei lavori, ma è stato effettuato uno studio sul progetto con alcuni docenti del Politecnico di Torino e gli studenti del TurinProject della Confederazione Islamica Italiana.

Foto Google Streetview