Botte e minacce alla madre 73enne; arrestato e condannato un uomo a Biella

Nei giorni scorsi a Biella, un uomo di 47 anni è stato prima arrestato e poi condannato per maltrattamenti e violenze nei confronti della madre di 73 anni.
Da svariati anni il 47enne vessava la madre con botte, insulti, minacce, mobili spaccati, vetri mandati in frantumi.
Tutto ciò accadeva ogni volta che l’uomo usciva e tornava a casa ubriaco, ma la povera madre non ha mai avuto il coraggio di denunciare, nella speranza che il figlio smettesse di bere e di maltrattarla.

Ma dopo l’ultima aggressione, che l’ha vista costretta alle cure in ospedale, la 73enne ha raccontato l’accaduto ai Carabinieri di Vigliano che in seguito sul mandato del procuratore capo, Teresa Angela Camelio e insieme ai militari della Polizia giudiziaria che lavorano in Procura hanno arrestato il figlio 47 enne e poi condannato ad un anno, 4 mesi e dieci giorni di reclusione con la condizionale. Il giudice ha concesso le attenuanti generiche dovute al fatto che l’imputato fosse incensurato. Ha però disposto che debba seguire un percorso di riabilitazione per risolvere i suoi problemi di alcolismo.



In questo articolo: