A Pralormo Aristopulci con la Pigotta Messer Tulipano

Domenica 17 ottobre si svolgerà la terza edizione di “ARISTOPULCI”, iniziativa dedicata alla vendita di oggetti provenienti da antiche dimore per dare nuova vita ad oggetti dimenticati in soffitte, solai e cantine.
Cosa c’è infatti di più intrigante del poter curiosare nelle case e negli armadi degli altri per scoprire dipinti, giocattoli, fotografie, giornali, marchingegni, porcellane, abiti e piccoli mobili?
Sono stati quindi coinvolti alcuni Castellani, proprietari di Castelli e dimore, che dalle loro soffitte, cantine, solai e armadi porteranno al Castello oggetti, piccoli mobili, stampe e molto altro, che saranno messi in vendita in occasione del mercatino ARISTOPULCI.

In questa atmosfera d’antan , grazie alla disponibilità dei Coniugi Filippo e Consolata Beraudo di Pralormo, proprietari dell’omonimo Castello, che da più di 20 anni ospita la bella manifestazione di Messer Tulipano trasformando il parco in una tavolozza di colori, saranno presenti le Volontarie dell’Unicef che proporranno dalle 10 alle 18 le Pigotte che avranno il cuore di pezza ma ogni anno salvano migliaia di bambini .

In questa occasione, sarà possibile adottare la Pigotta “Messer Tulipano” realizzata in numero limitato. L’edizione limitata della nota bambola di pezza è stata ideata dagli studenti del primo anno del corso Triennale in Illustrazione di lED Torino. Guidati dalla docente di Character Design, FrancescaTabasso, i giovani illustratori hanno ciascuno immaginato la propria versione della Pigotta, dando forma a Messer Tulipano, gentiluomo olandese d’altri tempi, impeccabile, ma sempre disponibile a indossare i panni del giardiniere, appassionato di musica e tenero custode delle creature del bosco. Tra le proposte presentate, le illustrazioni di Nicoletta Peracchi sono state selezionate dalla contessa Consolata di Pralormo per guidare la realizzazione della Pigotta Messer Tulipano, cucita a mano dalla referente Unicef Anna Maria Pansera. Tutto il ricavato delle donazioni sarà destinato a sostegno della campagna CoVax a supporto di un accesso equo e globale ai vaccini anti-Covid per i Paesi poveri del pianeta.



In questo articolo: