Paolo Damilano: chiedo a Stefano Lo Russo di prendersi cura di Torino nel momento più complicato della sua storia

Paolo Damilano con una dichiarazione sui social accetta la sconfitta e fa gli auguri a Lo Russo.

Oggi voglio fare i complimenti a Stefano Lo Russo per una campagna elettorale corretta e sempre all’insegna del dialogo e oltre ad augurargli buon lavoro gli chiedo di prendersi cura di Torino nel momento più complicato della sua storia. In questa strana elezione tre torinesi su cinque hanno scelto di non votare per il sindaco. Rappresentano il primo partito di Torino, che non ha voce in Consiglio Comunale. Noi non ci rassegniamo e lavoreremo per coinvolgere a uno a uno tutte le torinesi e i torinesi che si sentono abbandonati dalla politica.
Però c’è qualcosa che mi rende molto orgoglioso: il risultato di Torino Bellissima. Siamo partiti come un gruppo di torinesi coraggiosi che volevano cambiare la loro città e ci siamo ritrovati come seconda forza politica. Voglio ringraziare gli straordinari compagni di viaggio che ho avuto e che si sono uniti a noi in questo viaggio come gli amici di Progresso Torino. Dopo questo voto le due liste diventeranno un solo progetto che lavorerà per il bene di Torino. Lo faremo con un’opposizione costruttiva che non dirà mai di no ai progetti che miglioreranno la città, ma saremo costantemente attenti perché neanche un euro del PNRR venga sprecato o usato per fare debito cattivo. Vigileremo perché le periferie abbiano finalmente il posto che meritano nelle strategie della città e che nessuno venga lasciato indietro.
Il progetto che abbiamo fatto nascere a Torino in questa corsa elettorale è il risultato di un centro che fatica a trovare rappresentanti nei partiti, e non vuole estremismi ma solo dialogo, concretezza e progetti. Torino è la città dove cominciano le cose e questa avventura è cominciata.



In questo articolo: